Arrivati 42 mln di euro dal Ministero alle casse della Provincia

Data: 
27/11/2012 - 16:15
Presidente Zaccariotto: «Andiamo avanti con i crediti pendenti da Regione e Veritas»
Francesca Zaccariotto (foto: Ufficio stampa)

 

Durante la seduta odierna della commissione bilancio presieduta dal consigliere Beniamino Boscolo Capon, l’assessore provinciale al bilancio Pierangelo Del Zotto ha dato la notizia dell’arrivo, oggi, nelle casse provinciali di 42 milioni (quasi l’intera somma) di euro relativi ai crediti dello Stato. Venerdì scorso il ministero dell’Interno aveva autorizzato il pagamento dei 44 milioni di euro a favore della Provincia di Venezia, crediti relativi al periodo dal 1997 al 2006 e riguardanti il trasferimento di “Fondi ordinari per il finanziamento delle spese correnti degli enti”. La Provincia ora attende anche i rimanenti due milioni che lo Stato deve ancora versare.

 

«Sono davvero molto soddisfatta – ha commentato la presidente della Provincia Francesca Zaccariotto - nel  giro di soli tre giorni questi soldi, che ci spettano a pieno titolo, sono entrati nelle nostre casse. Il ministero dell’interno non solo ha dichiarato la disponibilità al pagamento, ma l’ha effettivamente eseguito. E’ una cifra importante, quasi cento miliardi delle vecchie lire. E siamo stati gli unici in Italia a veder riconosciuto questo diritto, avendo vinto il ricorso nel nostro territorio, senza la necessità di rivolgerci al tribunale di Roma. E’ importante che i crediti vengano rispettati, e in tempi congrui. Il metodo ha funzionato, adesso andiamo avanti con la Regione, dalla quale avanziamo 15 milioni di euro che abbiamo anticipato per pagare gli stipendi del personale impiegato nel turismo e nei nostri centri di formazione professionale, e con Veritas che ci deve 4 milioni di euro. Ritengo non sia giusto distogliere risorse finanziarie dal nostro bilancio, risorse preziose per garantire i servizi ai cittadini, per andare a coprire mancati introiti a noi spettanti. Alla luce anche di tutto ciò, come Provincia proveremo ad abbassare ulteriormente i tempi di pagamento dei nostri fornitori, e speriamo di riuscire a pagare sotto i trenta giorni, una boccata d’ossigeno anche per le imprese della nostra provincia».

 

Anche l’assessore provinciale al Bilancio Pierangelo Del Zotto ha dichiarato: «Seppure l’introito non avrà effetti sulle regole del patto di stabilità, constatiamo come la pressione nei confronti dello Stato centrale abbia prodotto ottimi frutti. Qualche volta “alzando” la voce si ottiene quanto ci spetta di diritto».

Tutte le Notizie