Salta al contenuto principale Skip to footer content
Home
Cerca

Consiglio metropolitano: il sindaco Brugnaro apre la seduta con un minuto di silenzio in onore delle vittime dell’incidente di Mestre. Approvato il bilancio consolidato

Notizie dalla provincia
6 Ottobre 2023
consiglio metropolitano

Si è aperto con un minuto di silenzio in onore delle 21 vittime del tragico incidente di martedì scorso a Mestre la seduta del Consiglio metropolitano in programma questa mattina nella sede di Ca’ Corner. Un momento di cordoglio, con il Sindaco Luigi Brugnaro che ha dato anche lettura del messaggio di cordoglio giunto da Papa Francesco, assieme alle testimonianze di vicinanza espresse fin dalla sera della tragedia dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, dalla Premier Giorgia Meloni e dalla Presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen.

I lavori del Consiglio sono, quindi, proseguiti con l’approvazione del bilancio consolidato relativo all’esercizio del 2022. Ancora una volta i conti della Città metropolitana risultano in perfetto ordine con un risultato economico positivo pari a euro 383 mila euro, nonostante il prolungarsi del crollo delle entrate tributarie anche nel corso del 2022 e dei ricavi da tariffazione sul trasporto pubblico locale e del consistente accantonamento a fondo rischi, effettuato in via prudenziale dall’Amministrazione nel 2022.

Al netto di tale accantonamento l’utile del gruppo si assesta sui 4,5 mln di euro in linea con l’esercizio 2021. Tutte le società appartenenti al gruppo hanno fatto registrare dei risultati ancora positivi 207.448,00 Actv, 568.715,00 Atvo, 568.715,00 San Servolo Servizi, 78.845,00 Venis per un totale di 896.727,00. La San Servolo Srl, controllata integralmente dalla Città metropolitana, non ha contratto ad oggi alcun debito e quindi si autofinanzia.

“Gli investimenti che questo ente sta facendo non fanno altro che confermare come la Città metropolitana sia un ente sano e in grado di affrontare anche momenti difficili come quello del Covid e i mesi successivi – ha detto il sindaco Brugnaro – Stiamo sistemando le scuole, le sedi degli istituto superiori che hanno necessità di manutenzione straordinaria. Con la variazione, abbiamo vincolato ulteriori 3,5 mln di avanzo di amministrazione disponibile 2022 per interventi diffusi di manutenzione straordinaria su edifici scolastici di proprietà e relativi impianti ed attrezzature sportive, a dimostrazione dell'attenzione per i giovani. Manteniamo in attivo i conti delle società in cui abbiamo una quota societaria e anche San Servolo, unica tra le partecipate di cui siamo proprietari al 100%, è tornata in positivo. A questo Consiglio va dato merito di aver sempre risposto positivamente agli stimoli e alle discussioni, un filo conduttore che mi auguro possa continuare fino alla conclusione del mio mandato”.

La manovra finanziaria ha confermato la solidità del bilancio finanziario della Città metropolitana di Venezia grazie all’andamento favorevole e in miglioramento delle entrate correnti, in particolare delle entrate tributarie. Una parte di tali maggiori entrate è utilizzata per far fronte a minori entrate statali e maggiori spese correnti nel 2023 per un importo di 250 mila euro. 

Tra le maggiori spese vi sono quelle riguardanti il potenziamento trasporto pubblico, locale destinate a garantire anche per l’anno scolastico 2023/2024, il servizio gratuito per circa 100 studenti del liceo di Dolo collocati presso le nuove 8 aule realizzate a Mira presso Villa Mocenigo.   Si utilizzano inoltre maggiori entrate vincolate per 262 mila euro per interventi di: messa in sicurezza dal rischio idraulico per i terreni in comune di Mira e San Michele al Tagliamento; manutenzione patrimonio arboreo e maggiori spese per il contratto di servizio urbano tpl di Jesolo.

Si utilizzano inoltre maggiori entrate non vincolate statali per finanziare: la realizzazione di un percorso ciclopedonale in Comune di Noventa di Piave, previsto nel piano per le opere pubbliche, ma attualmente finanziate con alienazioni (per 330 mila euro); acquisto attrezzature e macchinari per manutenzione stradale per un importo pari a 42 mila euro.

Nel 2024 è prevista una maggiore entrata di 2,1 mln di euro derivante dal contributo Comune di Venezia per adeguamento dell’ex ufficio tecnico in Corso del Popolo a Mestre, da destinare a fine esercizio 2025 alla nuova sede del centro per l’impiego di Mestre.

La manovra approvata oggi dal Consiglio metropolitano, oltre a certificare il mantenimento degli equilibri di bilancio potenzia ulteriormente gli investimenti con risorse certe per ulteriori 6 mln di euro.

Approvata, dunque la proposta dell’istituzione in Città metropolitana della Stazione Unica Appaltante (“SUA VE”) che svolge funzioni di Centrale Unica di Committenza e gestisce le procedure di gara. Ad oggi, hanno aderito alla SUA VE n.52 enti tra Comuni, istituzioni di pubblica assistenza e società partecipate del territorio veneziano che si avvalgono dei suoi servizi mediante la sottoscrizione di una convenzione di durata quinquennale. 

In conclusione trovato l’accordo sulla designazione delle terne dei componenti effettivi e dei componenti supplenti della VIª Sottocommissione elettorale circondariale di San Donà di Piave: Nicora Marta, Zorzetto Maria Rosa, Simonella Michele come effettivi. Perissinotto Sandro, Cattai Renato, Zottino Silvia come supplenti.

Seguici su

Altre notizie

consiglio metropolitano
Il Consiglio metropolitano approva l’assestamento di bilancio…
Il Consiglio metropolitano, riunito questa mattina nella sede di Ca’ Corner a Venezia ha approvato all’unanimità l’assestamento generale di bilancio che consente all’…
Avviso pubblico - Consiglio metropolitano
Consiglio metropolitano 19 luglio 2024 - Streaming a partire…
Il Consiglio metropolitano è convocato per venerdì 19 luglio 2024 in Venezia Palazzo Cà Corner, San Marco 2662 a partire dalle ore 09:15. Per assistere alla diretta…